Gret Haller

Nata nel 1947, Scuole e studio a Zurigo

1973 Dottorato in giurisprudenza all'Università di Zurigo (Tesi sui patti dell'ONU per i diritti dell'uomo e la posizione giuridica della donna in Svizzera)

1973 - 1974 Collaboratrice giuridica in un ufficio di architettura e pianificazione del territorio

1975 - 1977 Incaricata alla Convenzione europea sui diritti dell'uomo nel Dipartimento federale di giustizia e polizia

1978 - 1984 Studio legale privato a Berna

1985 - 1988 Membro del Governo della città di Berna (Direttrice delle Scuole)

1987 - 1994 Deputata al Parlamento svizzero (Consiglio nazionale), Membro della delegazione parlamentare del Consiglio d'Europa (1990-1994) e dell'OSCE (1993 / 1994)

1993 / 1994 Presidente del Parlamento svizzero (Consiglio nazionale)

1994 - 1996 Ambasciatrice, Rappresentante permanente della Svizzera nel Consiglio d'Europa

1996 - 2000 Mediatrice per i diritti dell'uomo in Bosnia e Erzegovina secondo l'annesso 6 dell'accordo di pace di Dayton / Parigi (nominata dall'OSCE)

dal 2001 Pubblicista

2004 Conferimento del dottorato d'onore dall'Università di St. Gallen

2006 - 2011 Ricercatrice associata al Instituto per scienza penale e filosofia di diritto, Goethe-Università, Frankfurt am Main (a partire da 2009 membro associato dal Cluster of Excellence «Formation of Normative Orders»)

2006 - 2013 Membro della Commissione europea per la Democrazia attraverso il Diritto del Consiglio d'Europa ("Commissione di Venezia»)

dal 2014 Presidente dall' Associazione svizzera di politica estera SGA-ASPE